mercoledì 19 luglio 2017

Chiusura estiva

Il blog Amicomeopatia interrompe le pubblicazioni fino a Settembre
Elena Bosi augura a tutti i lettori
buone vacanze

lunedì 17 luglio 2017

Calcio e acqua minerale

(Reuters Health) – Garantirsi un adeguato apporto di Calcio? Semplice, come bere un bicchiere di acqua minerale, ricca di questo minerale, ma a calorie zero. È quanto emerge da uno studio condotto in Germania e pubblicato dal Journal American College Nutrition. “La caratteristica peculiare dell’acqua minerale è la sua ricchezza in Calcio, senza però avere le calorie che si trovano nel latte e nei suoi derivati – dice Theresa Greupner dell’Università Leibniz di Hannover, autrice principale dello studio – In un mondo con un numero sempre crescente di persone obese o in sovrappeso, è importante ridurre l’assunzione calorica e promuovere alternative per soddisfare la richiesta di Calcio, al di là del latte e dei formaggi”.

domenica 9 luglio 2017

LATTE DI CAPRA : PERCHE’ E’ UTILE ?

Da alcuni anni sono sempre più numerose le persone che utilizzano latte di capra , mentre è in calo il consumo di latte vaccino. Una  moda o una sostituzione indispensabile alla luce delle patologie emergenti come allergie, ipersensibilità alimentari o altro ?
In questo articolo cercheremo di descriverne le caratteristiche e le indicazioni anche alla luce dei dati scientifici presenti.
Il latte di capra sembra innanzitutto un prodotto sano e sostenibile per l’ambiente infatti le capre occupano meno spazio, utilizzano meno risorse e richiedono meno trattamenti rispetto ai bovini. Inoltre i caseifici raramente si affidano a trattamenti a base di ormoni per aumentare la produzione, inoltre la composizione di questo latte varia a seconda della dieta, della razza, dell’ambiente, della salute dell’animale  e della stagione in cui viene prodotto ( a differenza  del latte  vaccino che è stabile ). Il contenuto proteico medio del latte di capra può essere più alto di quello del latte vaccino ( ma può comunque variare  ampiamente). C’è comunque una netta somiglianza  (85-95%) tra la composizione aminoacidica delle sei principali proteine del latte vaccino e quelle del latte di capra (quindi chi è veramente allergico alle proteine del latte di mucca lo è anche al latte di capra ).

domenica 2 luglio 2017

Emendamento su Dl vaccini: obbligatori scendono a 10. Le novità

Non più dodici vaccinazioni obbligatorie ma dieci, di cui quattro solo per i prossimi tre anni, poi si vedrà. E tra le quattro sub iudice c'è l'antimorbillo. Verrebbe modificato così il decreto legge Lorenzin sui vaccini in fase di conversione al senato. La senatrice Patrizia Manassero si fa latrice di una proposta del Partito Democratico annunciata ieri a Milano da Emilia Grazia De Biasi presidente della Commissione Sanità del Senato.
«Stiamo modificando il decreto vaccini che andrà in aula giovedì 6, abbiamo iniziato con l'articolo 2 a consegnare gli emendamenti da sottoporre al voto. Ha sollevato un dibattito anche troppo aspro», ammette De Biasi. «Un conto sono le considerazioni culturali altro mettere sullo stesso piano evidenze scientifiche e magia come fanno la rete e alcuni media. Con il Ministro della Salute e alcuni esperti tra cui Silvio Garattini ho ipotizzato una soluzione presente nell'emendamento 
Manassero: dei dodici vaccini obbligatori nel decreto, l'esavalente resta obbligatoria: antipolio, antidifterica, antitetanica, antiepatite B, antipertosse e antiHaemophilus influenzae non si toccano. Antimorbillo antiparotite, antirosolia ed antivaricella invece sono obbligatori per tre anni che è il tempo consentito per verificare il raggiungimento della soglia vaccinale di sicurezza;

domenica 25 giugno 2017

Decreto vaccini, numerose modifiche ma nessun cambiamento sul numero di vaccini obbligatori

«Sì a modifiche al decreto ma quest'ultimo non va snaturato perché è teso a prevenire emergenze, l'elenco delle vaccinazioni è stato fatto dalle autorità sanitarie e scientifiche e le modifiche vanno bene solo se avvalorate dalle autorità sanitarie». Il ministro della Salute Beatrice Lorenzin rassicura le società di pediatria e la FIMMG dopo che emergerebbero segnali di ammorbidimento del decreto legge sui vaccini alle soglie della conversione in legge. In Senato sono arrivati 285 emendamenti e ieri i media hanno parlato di un possibile compromesso tra il ministro e quelle frange della maggioranza che ritengono ragionevole discutere in particolari casi l'obbligo vaccinale. Nel mirino le sanzioni, che sono economiche, non penali, come ha ricordato la Ministra: diminuirebbe il rischio di perdere la patria potestà per il genitore che non vaccina il figlio, e la sanzione per le famiglie che iscrivono i figli a scuola dell'obbligo ma non li vaccinano potrebbe scendere ben sotto gli attuali 7500 euro.

domenica 18 giugno 2017

Vaccino meningococco B, nuove raccomandazioni Usa sulla somministrazione


L'Advisory Committee on Immunization Practices (ACIP) ha pubblicato su Morbidity and Mortality Weekly Report le proprie raccomandazioni aggiornate rispetto all'utilizzo del vaccino meningococcico del gruppo B MenB-FHbp, commercializzato come Trumenba, da Pfizer Inc., rispetto alla somministrazione in due e tre dosi in serie. Rimangono invece invariate le raccomandazioni per l'uso del vaccino MenB-4C, commercializzato come Bexsero, da GlaxoSmithKline Biologicals, che viene somministrato solo in una serie di due dosi. Entrambi i vaccini sono approvati per gli individui dai 10 ai 25 anni negli Stati Uniti; ACIP raccomanda l'uso di questi vaccini tra le persone che sono a rischio aumentato per la malattia meningococcica del sierogruppo B (raccomandazione di categoria A), tra cui anche i microbiologi costantemente a contatto con il batterio.

sabato 10 giugno 2017

Obbligo vaccini, è legge. La profilassi anno per anno



Le norme per Asl e medici. I vaccini disponibili e l'esavalente
Entrerà in vigore da oggi(7giugno) la legge che introduce l'obbligatorietà di 12 vaccinazioni  per l'iscrizione a scuola, con una novità: sarà anche possibile effettuare l'autocertificazione dell'avvenuta immunizzazione, presentando la documentazione successivamente. E alle famiglie preoccupate per i tempi stringenti, il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, assicura che non sarà necessaria alcuna 'corsa' perchè è prevista una fase transitoria per consentire a tutti di ottemperare al nuovo obbligo
Le dodici vaccinazioni che dal prossimo anno scolastico diventeranno obbligatorie per l'iscrizione a scuola devono essere tutte obbligatoriamente somministrate ai nati dal 2017. Ai nati dal 2001 al 2016 devono essere somministrate le vaccinazioni contenute nel Calendario Vaccinale Nazionale relativo a ciascun anno di nascita. Ecco le vaccinazioni da fare per anno di età 
NATI DAL 2001 AL 2004: devono effettuare (ove non abbiano già provveduto) le quattro vaccinazioni già imposte per legge (anti-epatite B; anti-tetano; anti-poliomielite; anti-difterite) e l'anti-morbillo, l'anti-parotite, l'anti-rosolia, l'anti-pertosse e l'anti-Haemophilus influenzae tipo b, raccomandate dal Piano Nazionale Vaccini 1999-2000. -
NATI DAL 2005 AL 2011: devono effettuare, oltre alle quattro vaccinazioni già imposte per legge, anche l'anti-morbillo, l'anti-parotite, l'anti-rosolia, l'antipertosse e l'anti-Haemophilus influenzae tipo b, previsti dal Calendario vaccinale incluso nel Piano Nazionale Vaccini 2005-7. -
NATI DAL 2012 AL 2016: devono effettuare, oltre alle quattro vaccinazioni già imposte per legge, anche l'anti-morbillo, l'anti-parotite, l'anti-rosolia, l'anti-pertosse, l'anti-Haemophilus influenzae tipo b e l'anti-meningococcica C, previste dal Calendario vaccinale incluso nel Piano Nazionale Prevenzione Vaccinale 2012-2014. -
NATI DAL 2017: devono effettuare, oltre alle quattro vaccinazioni già imposte per legge, anche l'anti-morbillo, l'anti-parotite, l'anti-rosolia, l'anti-pertosse, l'anti-Haemophilus influenzae tipo b, l'anti-meningococcica C, l'antimeningococcica B e l'anti-varicella, previste nel nuovo Piano Nazionale Prevenzione Vaccinale 2017-2019. I genitori potranno recarsi alla ASL per ricevere informazioni sulle modalità e i tempi di vaccinazione dei propri figli. -